map

Noleggio Catamarano in Francia
Costa Azzurra e Liguria

offerta speciale last minute Verifica della disponibilità skype

Whale watching al largo delle coste Ligure

Santuario dei cetacei in CorsicaSantuario per i Mammiferi Marini

Originariamente chiamato Santuario Internazionale per i Mammiferi Marini (Santuario del Mar Ligure), quello che oggi è conosciuto come il Santuario Pelagos per i Mammiferi Marini è una zona marina protetta finalizzata alla protezione dei mammiferi marini (cetacei). Si estende su una superficie di circa 84.000 km², che comprende le acque tra Tolone (Costa Azzurra), Capo Falcone (Sardegna occidentale), Capo Ferro (Sardegna orientale) e Fosso Chiarone (Toscana).

Un certo numero di studi hanno dimostrato che in questa zona del Mediterraneo c'è una concentrazione massiccia di cetacei, principalmente per l'abbondanza di cibo. I mammiferi marini sono rappresentati da dodici specie: la balenottera comune (Balaenoptera physalus), il secondo animale più grande al mondo (secondo solo alla balenottera azzurra), il capodoglio (Physeter macrocephalus), il delfino comune (Delphinus delphis), il tursiope (Tursiops truncatus), la stenella striata (Stenella coeruleoalba), la balena pilota (Globicephala melas), il grampo (Grampus griseus), lo zifio (Ziphius cavirostris). Più rara, la balenottera minore (Balaenoptera acutorostrata), la steno (Steno bredanensis), la balena killer (Orcinus orca) e Pseudorca (Pseudorca crassidens).

Physeter macrocephalus

Nel 1992 è stato effettuato un censimento sulla superficie di quello che sarebbe diventato il santuario delle balene dal Tethys Research Institute, Greenpeace e l'Università di Barcellona, che ha permesso la stima numerica delle stenelle (32.800 esemplari) e balenottere comuni (830 esemplari) nella zona durante l'estate.

Un recente rapporto di Greenpeace, ha però documentato un drammatico declino nelle popolazioni di cetacei e di una inadeguatezza delle misure di protezione messe in atto. I dati raccolti da Greenpeace ad agosto 2008 hanno riportato la presenza di solo un quarto delle balene e meno della metà dei delfini trovati negli anni Novanta.

Momenti Indimenticabili

Delphinus delphis

L'emozione ineguagliabile nell'incontrare alcuni dei più impressionanti animali della fauna selvatica in particolare in da luglio a ottobre di ogni anno.

Durante la navigazione avrete un'alta probabilità di incontrare uno o più di questi magnifici animali e fare splendide foto come queste.

Balaenoptera physalus

A seconda del loro stato d'animo, questi animali accetteranno - o meno - di mostrare la loro agilità acquatica. E quel giorno, i delfini non mancheranno ancora una volta di esibirsi un uno spettacolo.

I delfini vengono a noi senza essere chiamati. Prendete maschere e pinne e tuffatevi con loro, amano giocare ed andare in profondità. Non lasciano ombra sulla superficie in una vasta schiuma spumeggiante di applausi.

A differenza dei delfini, le balene non consentono di essere avvicinate, se sono curiose, verranno loro da noi...

Verifica disponibilità

  • Scrivici Scrivici
  • facebook
  • twitter

Cartina