map
Charter Catamarano Fontaine Pajot
Corsica Sardegna e Costa Azzurra
Offerta Speciale Last Minute Verifica della disponibilità skype

Itinerario di 14 Giorni - Giro della Corsica da Macinaggio

Itinerario di 14 Giorni - Giro della Corsica da MacinaggioGIORNO 1:

Macinaggio è il più grande porto turistico e di pescatori basato sul Capo Corso, il cui stile vi immergerà in una Corsica pittoresca e autentica. I paesaggi ancora selvaggi, sono di un'eccezionale bellezza e rarità.

La baia di Macinaggio ha diverse insenature e spiagge sabbiose, la maggior parte raggiungibili in barca. A causa del loro status protetto, questi splendidi luoghi sono rimasti selvaggi e godono di una tranquillità e bellezza eccezionale.

GIORNO 2:

40 MN Da Macinaggio a Centuri a Saint Florent.
Centuri è un piccolo porto pittoresco e colorato. Una vera oasi di pace, lontano dalla folla rumorosa e le spiagge sovraffollate.

Prendetevi il tempo per passeggiare per i vicoli e sedersi sulla terrazza di uno dei pochi bar e ristoranti sul lungomare. Cambiamento di scenario garantito!

Poi si può navigare verso Saint Florent e passare la notte. Saint Florent, situato in una delle più belle baie del Mediterraneo, è ora una popolare località turistica che non ha perso la sua autenticità. È possibile scoprire antichi edifici come la Cattedrale del XII secolo o la Cittadella del XV, ma si può anche godere passeggiando lungo il litorale e approfittare dell'animazione permanente del porto, situato nel cuore del paese.

Le bellissime spiagge del Golfo di St Florent tra i più belli della Corsica, con paesaggi idilliaci. La qualità delle acque turchesi e della sabbia e sono notevoli.

GIORNO 3 E 4:

32 MN L'Ile Rousse e Calvi
L'Ile-Rousse, il faro arroccato sulla penisola della Pietra è noto per i suoi tramonti incomparabili, è una popolare località turistica in estate. Ha tre belle spiagge di sabbia, il record di temperature estive, tra le più calde e un entroterra con colori straordinari.

Una passeggiata pedonale che separa la città dalla sua spiaggia vi porterà al centro della città e la sua famosa piazza Paoli, dove un mercato coperto con più colonne separa le pittoresche vie del centro storico.

Direzione verso sud, si salpa per Calvi. Il golfo di Calvi, circondato da montagne, ha una bella spiaggia di sabbia bianca di 5km. Il suo porto turistico e la marina sono protetti dalla famosa cittadella genovese del XIII secolo.

È una città all'altezza della sua fama, c'è qualcosa per tutti i gusti: si può passeggiare lungo il bellissimo lungomare tra la spiaggia e la pineta, passeggiare per la strada Clemenceau o pranzare sul porto e visitare quartieri alti. In estate, la città si anima e vibra al suono della musica di sera lungo il litorale, dove le terrazze sono piene di turisti.

GIORNO 5 E 6:

31 MN Riserva Scandola Girolata e insenature di Piana.
Un viaggio a vela nel sito eccezionale della riserva naturale, come Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO è assolutamente essenziale e indimenticabile!

I paesaggi di pochi chilometri di costa che rappresentano la Riserva Naturale di Scandola e le calette di Piana, sono stupendi. Lo splendore dei suoi siti e la diversità delle sue risorse rendono escursione particolarmente arricchente.

Fare una sosta per passare la notte in Girolata, questo piccolo villaggio di pescatori specializzati nella pesca di aragoste, ha la particolarità di essere accessibile a piedi o in barca con non più di 15 residenti tutto l'anno. Tutto cambia l'estate anche quando i posti disponibili nel piccolo porto sono limitati a poche barche di fortunati!

Il Golfo di Girolata è una delle più belle baie del mondo.

È possibile continuare a navigare il giorno successivo nel Golfo di Porto, situato al centro della riserva di Scandola a nord e le insenature di Piana a sud. I colori sono incredibili, passando da rocce di colore arancione al mare blu profondo, per non parlare del verde e rosso dei suoi tramonti da favola!

Le insenature di Piana, con le sue incredibili rocce di granito rosa, alte 400 metri, le sue acque limpide, le sue grotte inaccessibili, ospitano una ricca fauna marina che gli uomini stanno cercando di preservare, questo sito è un patrimonio mondiale dell'UNESCO. È possibile incontrare molti gabbiani, cormorani e aquile di mare.

<

GIORNO 7:

32 MN Capo Rosso, Cargèse e le Iles Sanguinaires
Navigando lungo la costa sino al famoso Capo Rosso, una penisola sporgente è dominata dalla torre genovese di Turghio, che si erge per 330 metri. Per poi dirigersi verso il Golfo di Sagone.

Cargese con il suo porto di pescatori e pittoresco porto turistico chiamato Sagone Bay. E' soprannominata "la città greca" per le sue due chiese uno di stile latino, l'altra in stile bizantino proprio di fronte l'altra. E' un bel resort con un'atmosfera mediterranea. Il Club Mediterranee ha stabilito qui una delle sue più belle località di villeggiatura.

Più a sud, si raggiungono le isole Sanguinarie, una riserva naturale di piante rare. Storicamente, sono chiamate Sanguinarie, non per il colore rosso al tramonto, ma a causa dei pescatori di corallo soprannominati "sanguinari" (persone con sangue nero), di origine Africana che passarono qui il loro periodo di quarantena.

GIORNO 8:

10 NM Il Golfo di Ajaccio
La capitale della Corsica e la città di Napoleone da visitare soprattutto nel centro storico, intorno al porto. È possibile visitare la casa Bonaparte o il museo Fesch. Il centro storico è pieno di strade strette con case colorate, con una zona a piedi e un grande mercato... E' il momento di fare la spesa per la barca!

GIORNO 9:

25 MN Propriano e Roccapina
Più a sud, dopo aver superato lungo la costa il Golfo di Ajaccio, si arriva a Propriano, località turistica e per una buona ragione, si trovano bellissime spiagge come Porto Pollo e Campomoro Baracci ma anche un meraviglioso entroterra, che merita un po' di pausa.

Questo è il momento di prendere pinne e boccaglio! Il colore turchese del mare vi invita a scoprire i suoi fondali. Si prosegue poi a Roccapina, nessuna abitazione nelle vicinanze, solo una natura incontaminata. Si potrebbe pensare che su un'isola deserta non ci sono cose da fare in estate! Bisogna ammetterlo, la baia di Roccapina è un luogo ideale per ancorare.

GIORNO 10:

37 MN Bonfacio
Situato sulla punta meridionale della Corsica è la città più visitata della Corsica e per una buona ragione!

Il centro storico, costruito su un'immensa falesia calcaree che si affaccia a quasi 70 metri di altezza sul passaggio di mare dello stretto delle Bocche di Bonifacio. Con i suoi edifici alti e le strade affollate, ha molti tesori da scoprire.

Il grazioso porto turistico, con il suo porto e barche da pesca e da diporto si trovano caffè e ristoranti che vi invitano a rilassarsi durante il giorno come la musica vibra il porto non appena il sole tramonta.

Bonifacio è unica ed è il punto di partenza ideale per una crociera con insenature paradisiache nelle vicinanze, ma anche per visitare le isole Lavezzi, una riserva naturale dal 1982. Nuotare, prendere il sole e scoprire questo luogo sensazionale!

GIORNO 11:

20 MN Piantarella e il Golfo di Santa Manza
Di fronte alle isole Lavezzi Piantarella è una vera e propria laguna con la sua bella spiaggia di sabbia posto particolarmente popolare per il suo kite surf e il windsurf. In alcuni punti l'acqua è molto bassa e permette di raggiungere, piedi nell'acqua, l'isola di Piana. Acque turchesi cristalline che non hanno nulla da invidiare a quelle dei Caraibi!

Situato nel Golfo Sant'Amanza, Santa Manza Beach è una delle più belle dell'isola. Ha un fascino unico, circondato dalle sue scogliere calcaree e le rocce di granito!

È anche il luogo ideale per i surfisti, con le sue piccole spiagge del tutto al riparo dai venti!

GIORNO 12:

15 MN Rondinara e Santa Giulia
Queste placide baie, degne delle più belle cartoline sono tra i luoghi più belli della Corsica da non perdere...

Rondinara, insenatura naturale al riparo dalle forti correnti marine, rivela un turchese di qualità eccezionale come l'azzurro mare della baia di Santa Giulia, con le sue rocce, acque cristalline e sabbia bianca. Delle boe sono disponibili per le barche, vale la pena di stare qui per la notte e raggiungere a piedi la spiaggia per fare il bagno al mattino, se ne hai voglia, l'acqua è davvero invitante!

GIORNO 13:

14 MN Porto Vecchio e la baia di Pinarellu

Oltre alle sue bellissime spiagge, Porto Vecchio e il suo centro storico vale la pena di essere visto, si può visitare la chiesa di San Giovanni Battista e la cappella di Santa Cruce. Il suo porto è uno dei più attrezzati in Francia, si può trascorrere la notte se lo si desidera. In seguito partenza per la baia di Pinarello. Sentitevi liberi di gettare l'ancora nella baia dove la spiaggia è assolutamente bellissima, prima di partire per Bastia! E' meglio navigare la notte per arrivare a Bastia al mattino.

GIORNO 14:

85 MN Bastia e ritorno a Macinaggio
Bastia, dove si può godere nella visita della città vecchia e acquistare i prodotti locali sul mercato prima di continuare la navigazione a Macinaggio.

Se si vuole godere per l'ultima volta pinne e boccaglio, si può ancorare in spiaggia Tamarone prima di tornare al porto di Macinaggio di notte per sbarcare il Sabato; sì, la crociera si conclude qui con una certezza, un mare di ricordi indimenticabili della Corsica!

Verifica disponibilità

  • Scrivici Scrivici
  • facebook
  • twitter

Cartina